Cerca
Close this search box.

Filtrazione ad Alluvionaggio continuo

Filtrazione ad Alluvionaggio continuo - Spadoni - filtrazione - Spadoni Food & Beverage

Cosa è la filtrazione ad alluvionaggio continuo?

La filtrazione ad alluvionaggio continuo è un processo di filtrazione che si basa sulla deposizione di particelle solide sospese da parte di un fluido in movimento. Questo tipo di filtrazione sfrutta il principio della sedimentazione per separare i solidi dal liquido.

Il termine “alluvionaggio“, appunto, si riferisce al processo di deposito di particelle, simile a come si verificano i depositi alluvionali nei corsi d’acqua.

Nel processo di filtrazione per alluvionaggio è possibile distinguere due fasi: la formazione di un prepannello e la filtrazione vera e propria. Il prepannello si forma addizionando il coadiuvante (cellulosa, perlite o farina fossile) e il liquido da filtrare, questo viene fatto passare attraverso il supporto di filtrazione (telo) in cui il coadiuvante si andrà a depositare formando uno strato detto appunto prepannello. Quando il prepannello è pronto si effettua la filtrazione, nel corso del quale i materiali solidi sospesi creano gradatamente il restringimento dei canalicoli del prepannello. Con questa tecnica di filtrazione il mezzo filtrante agisce contemporaneamente sia in superficie sia in profondità. Il processo si interrompe quando la permeabilità scende sotto certi limiti, ovvero quando si ha un progressivo inspessimento del pannello oppure per via del raggiungimento della pressione massima prefissata.

Come avviene la filtrazione ad alluvionaggio continuo?

Il processo di filtrazione per alluvionaggio segue generalmente questi passaggi:

  • Preparazione della materia prima:

il liquido contenente le particelle solide viene preparato per la filtrazione;

  • Scelta del mezzo filtrante:

il mezzo filtrante può essere costituito da materiali come carta filtrante, tessuti, membrana o altri materiali porosi;

  • Montaggio del sistema di filtrazione:

Il mezzo filtrante viene posizionato in un’apposita apparecchiatura. Questo può avvenire in una varietà di dispositivi come filtri a pressione, filtri a gravità o altri tipi di dispositivi di filtrazione;

  • Passaggio del liquido attraverso il mezzo filtrante:

Il liquido contenente particelle solide viene fatto passare attraverso il mezzo filtrante. La forza gravitazionale aiuta il movimento del liquido attraverso il mezzo filtrante;

  • Separazione delle particelle solide:

le particelle solide più grandi vengono trattenute dal mezzo filtrante, mentre il liquido filtrato passa attraverso. Questo processo consente di separare le particelle solide dal liquido.

  • Recupero del liquido filtrato:

il liquido chiarificato viene raccolto in un recipiente o serbatoio apposito.

  • Manutenzione e pulizia:

periodicamente, il mezzo filtrante può richiedere manutenzione o pulizia per rimuovere le particelle accumulate e ripristinare l’efficienza del processo di filtrazione.

Settori di utilizzo

È importante notare che la filtrazione per alluvionaggio può essere adattata per soddisfare le esigenze specifiche di ciascun settore alimentare, e la sua applicazione può variare a seconda del tipo di prodotto alimentare che viene lavorato. Rappresenta però la tecnica più diffusa nella filtrazione dei mosti.

Quando preferire questo metodo di filtrazione

Il metodo di filtrazione per alluvionaggio continuo è preferibile in diverse situazioni in cui la rimozione continua di particelle sospese è essenziale per mantenere l’efficienza del processo. Ecco alcune circostanze in cui questo metodo può essere particolarmente vantaggioso:

    • Processi Continui:

Quando è necessario mantenere un flusso continuo di produzione senza interruzioni significative per la pulizia del filtro. La formazione continua della torta filtrante permette di evitare arresti frequenti del processo.

    • Fluidi con Alta Concentrazione di Particelle:

Quando si tratta di fluidi con una concentrazione relativamente alta di particelle sospese, e la rimozione costante di tali particelle è essenziale per mantenere la qualità del prodotto finale.

    • Minimizzazione degli Sprechi:

In situazioni in cui la riduzione degli sprechi è una priorità. La formazione della torta filtrante contribuisce a migliorare l’efficienza della rimozione delle particelle, riducendo la quantità di fluido scartato durante il processo.

    • Applicazioni con Particelle di Dimensioni Varie:

Quando le particelle presenti nel fluido hanno dimensioni varie, il processo di filtrazione ad alluvionaggio continuo può essere efficace nella cattura di particelle di diverse dimensioni attraverso la formazione graduale della torta filtrante.

    • Settori con Requisiti di Pulizia Elevati:

In settori in cui l’igiene e la pulizia sono di primaria importanza, come nell’industria alimentare e farmaceutica, la filtrazione ad alluvionaggio continuo può essere preferita per ridurre il rischio di contaminazione.

In generale, la scelta del metodo di filtrazione dipende dalle specifiche esigenze dell’applicazione e dalle caratteristiche del fluido da trattare. La filtrazione ad alluvionaggio continuo è particolarmente adatta a contesti dove la continuità del processo è fondamentale e la formazione graduale della torta filtrante può contribuire a un’efficace rimozione delle particelle.

Fonti:

1. L’Enologo: “Assoenologi Giovani. Rubrica dedicata alle notizie e alle nuove attività”, N°4 – Aprile 2020 https://www.quattrocalici.it/conoscere-il-vino/la-vinificazione-bianco/

2. Università degli studi di Padova: “Confronto sulla sostenibilità ambientale dei principali filtri enologici”.

Scopri tutti i nostri prodotti visitando il sito!

Facebook
Twitter
LinkedIn